Premier League, tifosi del West Ham assaltano l’autobus del Manchester United

0
135

west ham hooligansL’incubo degli hooligans si materializza a Londra. Prima dell’incontro West Ham – Manchester United si scatena la follia dei teppisti contro il pullman dei Red Devils

Amaro risveglio dell’Inghilterra con lo spettro degli hooligans che si è drammaticamente ripresentato in tutta la sua brutalità. A Londra era in calendario un incontro particolare, che vedeva il West Ham calpestare per l’ultima volta l’erba del vecchio Upton Park per poi trasferirsi alla più moderna struttura dell’Olimpico. Il match vedeva come avversari i giocatori del Manchester United.

Un addio nostalgico dopo 112 anni di onorata carriera che meritava miglior sorte. Invece è andato tutto storto, grazie ai teppisti che hanno cominciato a scagliare di tutto contro il pullman dei Red Devils. Inequivocabili le immagini fatte con gli smartphone riprese dall’interno dell’autobus: giocatori sdraiati nel corridoio in preda al panico mentre le bottiglie frantumavano i finestrini. Interveniva quindi la polizia per arginare quella che poteva trasformarsi in una tragedia.

A peggiorare le cose ci pensava poi il dirigente del West Ham, David Sullivan, che ha imputato al Manchester quanto successo fuori dallo stadio. A suo dire i Red Devils dovevano prevedere la particolarità dell’avvenimento e anticipare il loro arrivo evitando così di infilarsi nella bolgia dei tifosi. Per la cronaca, l’incontro è iniziato alle 20.30 ed ha visto l’affermazione degli Hammers per 3 a 2.

Rimane ora come valutare la gravità di quanto è accaduto. L’Inghilterra era ed è l’esempio concreto di come si batte la violenza negli stadi. Si pensava che gli hooligans appartenessero al passato. Non è così e bisogna prenderne atto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here