Premier League: non solo Leicester, sotto i riflettori Manchester City e Newcastle

0
144

Premier LeagueLa Premier League è il campionato più affascinante e combattuto del mondo. Ma non si vive di solo Leicester. Questa sera in campo le altre big che si contendono il titolo.

Mai come quest’anno la Premier League attira gli interessi non solo dei tifosi inglesi, ma sta tenendo con il fiato sospeso anche gli appassionati italiani, che stanno assistendo all’impresa del Leicester di Claudio Ranieri.

Quando mancano 4 giornate al termine del campionato la squadra rivelazione dell’anno conduce sul Tottenham con cinque punti di vantaggio. La capolista sta dominando la competizione inglese grazie anche alla determinazione ed alla forza messa in campo sotto la guida del tecnico romano (a proposito, nel computo dei rigori assegnati a favore, il Leicester conduce al primo posto con 11 penalties concessi..).

Ma non è solo il Leicester a tenere banco nel campionato britannico. Un certo scalpore lo hanno suscitato anche le dichiarazioni di Manuel Pellegrini e Rafa Benitez. Il motivo è chiaro da tempo: l’arrivo sulla panchina del Manchester City di Pep Guardiola, ricoperto d’oro dal presidente del club, Khaldoon Khalifa Al Mubarak. La notizia dell’avvento del tecnico del Bayern, ufficializzata dal 1° di febbraio, pare abbia destabilizzato tutto l’ambiente, con il risultato di perdere preziosi punti in campionato, indispensabili per la rincorsa al titolo.

L’imperativo quindi di Pellegrini e dei suoi ragazzi è quello di  rimanere concentrati per non perdere il terzo posto che significherebbe comunque la presenza nella massima competizione europea.

A schierarsi a fianco del collega ci ha pensato anche Rafa Benitez, tecnico del Newcastle e prossimo avversario del City. Un laconico “capisco lo stato d’animo di Pellegrini…” ha sintetizzato il pensiero dell’ex tecnico del Napoli, che sta lottando con la sua squadra per evitare la retrocessione.

Questi sono alcuni temi d’interesse che movimentano le acque del campionato inglese. Ne riparleremo ancora.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here