Paul Pogba al Manchester United: il trasferimento più caro della storia

0
176

paul pogba manchester

Il Paul Pogba Day è diventato la Paul Pogba Night, visto che l’annuncio ufficiale da parte del Manchester United è arrivato all’1.35 italiana (0.35 in Inghilterra e pomeriggio tardo a New York, ndr). E’ il trasferimento più caro della storia del calcio: 105 milioni di euro più 5 di bonus!

CALCIOMERCATO – Il Paul Pogba Day è diventato la Paul Pogba Night, visto che il Manchester United ha aspettato fino all’1.35 italiana (In Inghilterra era passata da poco la mezzanotte e mezza, mentre a New York era tardo pomeriggio) per dare l’annuncio ufficiale dell’ingresso del giocatore francese nel club.

I Red Devils sembravano voler rendere nota la notizia con l’apertura della borsa di New York, nella quale la squadra ha una quotazione, ma invece hanno aspettato molto più a lungo, scegliendo una maniera originale di chiudere una saga che ha fatto parlare per settimane il mondo del calcio.

Paul Pogba, prima il video, poi il comunicato

Ad aprire le danze è stato prima un video pubblicato su Twitter all’1.21, accompagnato dalla frase “Are you ready? Pogback”, in cui Paul Pogba si è mostrato con la felpa del Manchester United, con il cappuccio calato sul viso e lo sguardo basso per non mostrarsi.

Poco dopo è arrivato il comunicato stampa tanto atteso, che ha certificato il trasferimento più caro della storia dei Red Devils. Il giocatore francese ha firmato un contratto che lo legherà per cinque anni al club, con opzione di rinnovo per un’altra stagione, e riceverà uno stipendio di 105 milioni di euro più 5 milioni di bonus.

Successivamente è stato dato il via alle danze, nel senso letterale della parola, con Pogba che si è improvvisato ballerino di hip-hop in un nuovo video e che è stato ritwittato numerose volte “Sono felice di tornare allo United. È sempre stato un club con un posto speciale nel mio cuore e non vedo l’ora di lavorare con Mourinho.”

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here