La nuova Champions League: 4 posti per l’Italia per “meriti storici”

0
196

Nuova Champions LeagueLa nuova formula è una via di mezzo tra la Superlega proposta dai grandi club europei e la Uefa. 4 posti per l’Italia. Meriti storici per le big d’Europa.

Quattro posti assicurati per i grandi campionati europei e squadre qualificate alla nuova Champions League per meriti “storici”. Nuovo ranking e sorteggi blindati. Probabilmente il calcio del vecchio continente non è ancora pronto per una Superlega, ma a partire dal 2018 la Champions League cambierà eccome.

La struttura resterà invariata, con 32 squadre in otto gruppi. La grande rivoluzione riguarda i criteri di qualificazione. Le trattative tra la Uefa e le big d’Europa sono in corso da mesi e la Gazzetta Dello Sport questa mattina rivela come sarà la nuova Champions League.

Ormai da tempo le Big europee sognano la Superlega. Una sorta di NBA a 24 squadre con tanto di playoff. Un torneo che si giochi anche nel fine settimana e che inevitabilmente andrà in competizione con i campionati nazionali. La Superlega andrebbe a sostituire la Champions League. Il più grande ostacolo è rappresentato dalla Premier League, il campionato più seguito ed appassionante che muove un giro d’affari di 3,2 miliardi di dollari. Una bella rivoluzione insomma, ma siamo sicuri che l’Europa del pallone sia già pronta?

Molto meglio un approccio più soft come quello che si appresta ad introdurre la Uefa per la sua nuova Champions League. I quattro grandi paesi. (Italia, Inghilterra, Spagna e Germania) avranno 4 posti assicurati, senza dover passare dai playoff. Al vaglio la proposta di qualificare le prime tre squadre classificate nei rispettivi campionati, lasciando un quarto posto libero, a beneficio di club con meriti storici.

La svolta passa per l’elezione del nuovo presidente Uefa che avrà luogo il 14 settembre. Ma la strada è segnata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here