Milan, il futuro è Brocchi. Ma cambiare ancora sarebbe un errore

0
251

Milan BrocchiCristian Brocchi è sempre più vicino alla panchina del Milan. Sarebbe dunque lui il candidato più accreditato a raccogliere l’eredità di Sinisa Mihajlovic. Ecco perché cambiare sarebbe un errore.

In queste ultime ore stanno salendo in maniera vertiginosa le quotazioni di Cristian Brocchi per la panchina del Milan. Il suo più convinto estimatore è Silvio Berlusconi, che ha seguito ed apprezzato non poco il lavoro svolto dall’ex centrocampista, prima con gli allievi del Milan e poi con la Primavera.

E quando il Presidente si mette in testa una cosa è molto difficile fargli cambiare idea. Berlusconi è ancora convinto che i suoi poteri taumaturgici siano intatti, così come il fiuto per i grandi allenatori, che gli permise in passato di consegnare al grande calcio personaggi semi sconosciuti come Sacchi e Capello.

La realtà attuale, tuttavia, dice ben altro. Le ultime scelte di Berlusconi e dell’intera dirigenza rossonera, hanno ben poco della lungimiranza e della genialità che aveva permesso al club di essere sempre un passo avanti rispetto alla concorrenza negli anni del grande Milan.

Quella rossonera oggi è una società che vive alla giornata, vittima degli umori di un presidente sempre meno razionale. Ad inizio stagione Berlusconi si era detto certo che Mihajlovic sarebbe stato il valore aggiunto per questo Milan. La realtà gli ha dato torto anche se esonerare oggi il serbo per consegnare la panchina ad un altro esordiente, ci sembra una eresia.

Dagli sbagli si impara a patto che ci sia l’umiltà per riconoscere di aver sbagliato ed in casa rossonera, dal presidente, all’amministratore delegato, nessuno sembra essere disposto a fare un minimo di autocritica per una stagione, l’ennesima, anonima e a tratti imbarazzante.

Cambiare tecnico significa scaricare le responsabilità su qualcun’altro ed è questo quello che non piace al tifoso rossonero. Ma al Milan evidentemente questo concetto non è ancora chiaro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here