Kondogbia e l’Inter: mai più senza Champions League..

0
187

1456728733-kondogbia-inter-agosto-2015-ifaKondogbia si sta ambientando nel nostro calcio e dopo mesi difficili comincia ad ingranare

Kondobia esce allo scoperto e parla del momento che sta passando all’Inter, togliendosi anche i classici sassolini dalla scarpa. La storia del centrocampista nerazzurro è nota. Oggetto del desiderio di mezza Europa, l’estate scorsa è andato in porto il suo costosissimo trasferimento dal Monaco all’Inter. Trentacinque milioni di euro.Una cifra “monstre” per un ragazzo di soli 22 anni.

Il tifoso nerazzurro, notoriamente ipercritico verso la Società, lo accolto a braccia aperte, fino a cominciare ad avere grosse perplessità sull’effettivo valore del giocatore. Tutto ciò in relazione al rendimento a dir poco altalenante che portava Mancini ad utilizzarlo meno del previsto fra i titolari.

La crescita complessiva della squadra di questi ultimi tempi ha contribuito a far da traino anche per il mancino francese, sempre più convincente nello scacchiere disegnato dal tecnico di Jesi. Ci sono dei motivi assolutamente oggettivi che giustificano il difficile apprendistato di Kondogbia. Un ambiente completamente nuovo e un campionato che stressa più del dovuto, tanto per citarne alcuni.

La responsabilità di portarsi sulle spalle un fardello pesante 35 milioni di euro e le conseguenti aspettative possono aver inciso sul rendimento del francese, che ha sicuramente accusato il fatto di non aver giocato con una continuità fondamentale per consolidare la confidenza con i compagni ed il metodo di allenamento.

Comunque, quello che importa è l’atteggiamento mentale di Kondogbia, deciso a diventare uno dei pilastri di questa nuova Inter. Le qualità non gli fanno certamente difetto. L’ambiente, giovane, dinamico e molto unito, rappresenta l’ideale per crescere e mantenere quelle che non erano e non sono solo delle buone intenzioni.

Quattro punti dalla Roma non sono una distanza insormontabile. Mai come in questo momento Mancini vuole che i suoi ragazzi diano il massimo. Con buona pace per il rimpianto di aver gettato al vento un mare di punti che avrebbero consentito ai nerazzurri di chiudere questo 2016 in bellezza ed assicurarsi un posto in Champions League.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here