Euro 2016: Italia-Belgio, quando l’arbitro non vede

0
144

arbitro inglese

La prima partita di Euro 2016 ha regalato una bella vittoria all’Italia, ma anche tanti fischi all’arbitro Clattenburg, che da buon inglese ha lasciato correre troppi falli

EURO 2016-La prima partita degli Europei ha regalato una bella vittoria all’Italia, che pur non essendo tra le favorite, è riuscita ad imporsi sul Belgio con un 2 a 0 presso lo Stade de Lyon, a Lione, e a portarsi in testa alla classifica del girone E.

Tuttavia qualche fischio c’è stato, soprattutto nei confronti dell’arbitro Clattenburg, che da buon inglese ha lasciato correre qualche fallo di troppo. Al 7′ e al 27′ Eder rischia due volte il cartellino giallo, la prima per gamba tesa su Vermaelen, la seconda per la scivolata fuori tempo a metà campo su Witsel.

Euro 2016: Italia-Belgio, gli errori che non sono stati visti dall’arbitro

Gli errori però non sono mancati nemmeno dalla parte belga, visto che al 31′ a rischiare l’ammonizione è stato Lukaku, che è intervenuto da dietro Chiellini in corsa e quasi lo ha mandato al tappeto.

Nel secondo più tempo la politica dell’arbitro non è cambiata, ma in compenso ha fischiato più falli nei confronti degli Azzurri che non in quelli del Belgio, scatenando le proteste generali. Cartellini gialli per Chiellini, Bonucci e Thiago Motta, che insieme alla richiesta di maggior rispetto da parte di Gigi Buffon, sono saliti a quattro. Tuttavia, ci stavamo tutti, come c’è stato anche il cartellino giallo nei confronti di Vertonghen.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here