Crac Img Costruzioni, chiesti 3 anni e mezzo per Roberto Mancini

0
166

roberto mancini crac img costruzioniBancarotta fraudolenta, il pm chiede 3 anni e mezzo per Roberto Mancini. Contestato un buco da 1 milione e ottocentomila euro

La stagione di Mancini rischia di complicarsi ulteriormente a causa di guai giudiziari che lo coinvolgono direttamente. Nel corso del processo per il fallimento della Img Costruzioni, il Pubblico Ministero Stefano Fava ha chiesto per il tecnico dell’Inter una condanna a 3 anni e mezzo per bancarotta fraudolenta.

Roberto Mancini, a processo con rito abbreviato, è coinvolto nel crac finanziario dell’impresa di costruzioni assieme ad altri imprenditori e professionisti. Uno dei personaggi più noti è il costruttore Marco Mezzaroma, che al contrario del tecnico di Jesi, non ha chiesto il rito abbreviato e per il quale è stato quindi richiesto il rinvio a giudizio.

La richiesta di condanna si riferisce ad un ammanco di 1 milione e ottocentomila euro, che causò il fallimento della società immobiliare. Uno degli artefici principali dell’operazione sarebbe l’avvocato Stefano Gagliardi, amico di vecchia data dell’allenatore nerazzurro. Anche per il legale la richiesta della procura è di 3 anni e mezzo di reclusione.

Una vicenda comunque ricca di sfumature che non consentono di esprimere nessun tipo di giudizio. Di sicuro si tratta di una brutta tegola di cui Mancini avrebbe fatto volentieri a meno.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here